5 consigli per essere più produttivi con InDesign - parte 2


4. Personalizzare il pannello di controllo

Come ogni altro programma di grafica, anche InDesign ha un’infinità di strumenti dei quali la stragrande maggioranza non userai mai per un singolo progetto. Una cosa che mi è sempre stata utile nei miei vari progetti è quella di potermi personalizzare l’intera area di lavoro.

Per fortuna da questo punto di vista ci viene incontro lo stesso programma permettendoci di poter selezionare diverse aree di lavoro in base al tipo di progetto su cui stiamo lavorando (un libro, una composizione tipografica, ecc).

Una personalizzazione ulteriore piuttosto utile, però, è quella del pannello di controllo, ovvero la barra degli strumenti che, a meno che tu non abbia già personalizzato, si trova in alto, subito sopra l’area di lavoro.

Puoi personalizzarla selezionando l’icona in alto a destra e aprendo il menu a tendina. Il pannello di controllo è dinamico, cioè cambia in base al tipo di contesto in cui stiamo lavorando e in base allo strumento che stiamo utilizzando. Andando su “Personalizza”, però, puoi procedere a modificare quali opzioni andrai a visualizzare di volta in volta nei vari contesti.

Puoi scegliere ad esempio di togliere alcuni opzioni per avere una vista meno affollata e avere a portata di mouse solo gli strumenti che ti servono. Ovviamente ricordati di quelli che hai nascosto, casomai dovessero servirti di nuovo, e tieni a mente come fare per mostrarli di nuovo!

5. Trovare il testo non inserito grazie all’Editor brani

Hai presente quando il testo inserito in una casella di testo è troppo per quella cornice di testo e ne finisce fuori? Esatto, è proprio quando appare quel “+” rosso!

Si ma, dove va a finire quel testo che non sta dentro la casella? E come si fa a modificarlo senza stare andare a modificare la cornice stessa?

Ci viene incontro uno strumento molto utile: l’Editor brani (Story Editor in inglese).

Come dice la guida ufficiale dell’Adobe (qui), l’Editor brani “consente di visualizzare l’intero brano con font, dimensione e spaziatura specificate in PReferenze, senza le distrazioni causate dalla formattazione. Editor brani consente inoltre di visualizzare le modifiche apportate al testo.”

Una delle funzioni più interessanti dell’Editor brani è proprio quella di permetterti di visualizzare e modificare il testo non inserito. Esso viene segnalato innanzitutto con una riga orizzontale grigia con la dicitura “Non inserito”, poi con una barra verticale rossa e anche con la dicitura “NI” nel righello di profondità verticale.

Per aprire l’Editor brani basterà selezionare una cornice di testo e andare su “Modifica > Modifica in Editor brani” oppure premendo Ctrl+Y.

Fonte sito www.graficata.com

#indesign #grafica

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti